Menu Chiudi

Hackathon OpenData

Due giorni dedicati ad un tema importante e spesso trascurato. Due giorni per mettere a confronto esperienze, casi nazionali e locali. Due giorni per ascoltare esperti del settore. Due giorni per “lavorare” a beneficio del territorio.

Inizia così HackFVG organizzato da ANCI FVG assieme alla Regione Friuli Venezia Giulia e che vede un alto numero di partner a supporto come Insiel S.p.A., Eurotech, Ditedi Cluster per le tecnologie digitali, ForumPA, PASocial, Confartigianato – Imprese Udine, Comune di Udine, Friuli Innovazione, Università degli Studi di Udine, Università degli Studi di Trieste, Comune di Trieste, Comune di Pordenone, Comune di Gorizia, Confindustria Udine, Camera di Commercio di Pordenone – Udine, Confcommercio Pordenone, Digital Innovation Hub Udine, Promo Turismo FVG, Maritime Technology Cluster FVG, Polo tecnologico di Pordenone.

La mattina, all’auditorium della Regione FVG, dopo il saluto del segretario di ANCI FVG Alessandro Fabbro, si sono alternati relatori istituzionali, alcuni, membri del Team di governo per la Transzione al Digitale Michele Melchionda, Maria Claudia Bodino, Alessio Cimarelli, esperti di opendata, del calibro di Andrea Borruso, Maurizio Napolitano, Giorgia Lodi, Davide Taibi, Angela Cocchiarella, Ciro Spataro, moderati da Gianni Dominici, Direttore Generale di Forum PA.

Michele Melchionda

Tutti hanno ribadido l’importanza di una diffusione ampia dei dati aperti, a partire dalla Pubblica Amministrazione, per generare valore e benefici economici sul territorio. Gli opendata non sono tema per addetti ai lavori ma argomento di partecipazione e confronto tra mondo del pubblico e del privato.

Il pomeriggio i partecipanti si sono suddivisi in diversi workshop dove il livello di approfondimento è aumentato fino a toccare argomenti più specifici quali la costruzione di mappe con uMap, la costruzione dei siti web per la PA, le buone pratiche sull’utilizzo dei dati aperti, la semantica degli opendata.

Un workshop sugli opendata

Il percorso è continuato il giorno seguente con un vero e proprio laboratorio di contaminazione tra dipendenti pubblici, liberi professionisti, aziende del territorio, studenti che, lavorando assieme e condividendo esperienza, capacità, competenze, idee, hanno prodotto dei mockup che sono stati presentati pubblicamente in una plenaria conclusiva.

Alcuni momenti di hackFVG

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *